Critico d'arte – Curatore esterno museo MACA – Acri (Cs)
  • Claudio Polles

0604 – Lucio AFELTRA a Padova

Arte Paolo Maffei
via Riello 5″
Padova

4 al 30 giugno 2015

Lucio Afeltra” …Non tutti gli artisti sono impegnati nell’ambito della ricerca, anzi la maggioranza si accontenta di navigare nelle tranquille acque della tradizione, meglio se consolidata, di conseguenza l’incontro con questa tipologia di artisti “ricercatori”, per loro caratteristiche creative non particolarmente esposti allo sguardo del pubblico, avviene casualmente. Talvolta è sufficiente un’immagine di un’opera che colpisce perché coincide con il nostro stato d’animo, altre volte indicazioni precise di amici artisti o amanti dell’arte portano a fare delle scoperte interessanti, così è stato nel caso di Lucio Afeltra e di questo devo ringraziare Cesare Serafino e Boris Brollo.
Afeltra appartiene, per scelta culturale, alla generazione dell’impegno, alla generazione engagé uscita dal periodo del boom economico, senza assumerne l’andamento linguistico, didascalico e aneddotico (Gadda parla di racconto granulare), ma senza rinnegarne l’impianto figurativo, sostanzialmente evocativo, che discende da esperienze come quelle di Elio Caraceni o di Alberto Burri, probabilmente risentendo anche di influenze del tachismo oltre che dell’espressionismo astratto… “

(dalla introduzione al catalogo di Manlio Gaddi)