Critico d'arte – Curatore esterno museo MACA – Acri (Cs)
  • Claudio Polles

Note critiche – Christian SEGATTO

Note critiche di SEGATTO

Mosk and Shoes

Christian Segatto si muove tra espressività alta e istintualità bassa: praticando l’intimità e il surreale, come se lo sdoppiamento di un’immagine (in pittura e testualità di un titolo) fornisse due visioni distinte e autonome, seppure intimamente uguali.

Il suo lavoro parte dai “gaffiti”, la pubblicità, la cartellonistica televisiva, esplorando le vie esistenzialiste e border line del vivere, muovendo dall’esperienza personale all’universale, ma rimanendo il suo scopo la pittura e le sue evoluzioni nel 20° secolo, pittura intesa come metafora della contemporanea confusa vita.
Un’ascendenza klimtiana sposata ad una linea nera, forte e marcata come nel genere fumetto si unisce alle campiture piatte che rimandano alla pagina bidimensionale e la storia, il raccontare pittorico, vengono così riscattati dall’essere giudicati quali fumetto, grazie a degli interventi spaziali senza confine che creano uno spaesamento mentale.